10 cose che non sai sul tuo intestino bloccato

Vuoi Risolvere i TUOI Problemi Intestinali?

Vai al NUOVO Protocollo

Intestino bloccato: un problema all’ordine del giorno.

Si distinguono due tipi di occlusioni intestinali:

  • quelle su base funzionale, dovute all’arresto della peristalsi ( cioè i movimenti intestinali ) dovuta a  paralisi della muscolatura enterica
  • e quelle su base meccanica, dovute alla presenza di un ostacolo fisico.

Il blocco intestinale può manifestarsi secondo diversi livelli di intensità e modalità: è possibile che si tratti di un’ostruzione del piccolo intestino o può altrimenti essere un’ostruzione che coinvolga il grande intestino.

I  sintomi possono variare tra: stitichezza, dolori addominali, vomito, diarrea, distensione addominale, senso di pienezza addominale, sensibilità accentuata verso forti odori e molti altri.

Il sintomo più tipico dell’occlusione intestinale è il dolore addominale, spesso accompagnato da senso di gonfiore che ci fa sentire un tipico “omino Michelin” rigonfio, con difficoltà anche nelle nostre abitudini quotidiane più semplici perchè appesantite dal nostro intestino che proprio non vuole carburare!

Naturalmente, questi casi di occlusione vanno trattati sotto controllo medico, perchè possono sfociare anche in situazioni gravi.

Se il blocco però, è monitorato, possono esserci degli accorgimenti da utilizzare per evitare che ri ripresenti il problema.

 

Ecco 10 cose che non sai sul tuo intestino che te lo faranno vedere in maniera diversa:

1. L’intestino è il primo organo su cui si sfoga tutto il tuo stress, ricordalo quando alla fine di una dura giornata hai quel classico mal di pancia.. e cerca di coccolare il tuo intestino, magari con una bella tisana!

2. L’idratazione del nostro corpo è importantissima: siamo per il 70% fatti di acqua. Se l’idratazione manca a livello intestinale, si creano problemi nei movimenti meccanici peristaltici e peristolici.

3. Una sana alimentazione equilibrata e varia, aiuta il lavoro dell’intestino. Le giuste combinazioni alimentari, limitano il lavoro difficile dell’intestino.
Per esempio…sapevi che mangiare la frutta a fine pasto è un errore che rallenta tantissimo la digestione e che fa fermentare  il bolo nella nostra pancia, creando tantissima “aria”…?!

4. Intestino secondo cervello: non possiamo stare bene completamente, se abbiamo problemi a livello di “pancia”.
Le cellule nervose dell’intestino producono serotonina, uno dei tanti neuromediatori del sistema nervoso. Ma non è l’unica sostanza secreta dal cervello addominale, esso produce una quarantina di neuromediatori con i quali comunica con  il cervello della testa. Tutti questi ormoni compongono gran parte delle nostre sensazioni ed emozioni!

5. Nell’intestino sono depositate il 70% delle nostre difese immunitarie. Si chiama GALT, tessuto linfoide associato all’intestino: uno stato di disbiosi, quindi mancanza della giusta flora batterica intestinale, compromette il funzionamento di tutto il sistema immunitario del corpo.

6. L’intestino può essere lungo fino a 7 metri, con una superficie di circa 300mq! Rendiamoci conto della grandezza di quest’organo e quindi della sua importanza.

7.Nel nostro corpo possono insediarsi fino a 130 tipi diversi di parassiti: il loro posto preferito è il nostro apparato digerente!

8.Molte patologie dell’apparato uro -genitale si possono ricondurre ad un intestino in condizioni non ottimali: disbiosi della flora intestinale influenza patologie come  la candida e la cistite.

Ancora non sei riuscito a risolvere i tuoi PROBLEMI INTESTINALI?

Ecco come puoi facilmente riportare il tuo intestino in ottime condizioni, agendo sui
3 PUNTI CHIAVE che nessuno prende in seria considerazione!

Scopri di più

9.In Naturopatia, l’Intestino è riconosciuto come uno dei principali organi “Emuntori” cioè pulitori del nostro organismo.

10.Una buona pulizia intestinale, libera dai parassiti il nostro importante organo  e migliora il nostro stato  di salute ( e di umore ) in tantissimi modi!  La pulizia intestinale limita la stitichezza e l’insorgenza di quei blocchi intestinali di cui tanti di noi soffrono!

Clicca qui per scaricare la guida gratuita per la cura dell’intestino con i consigli di un esperto: scoprirai come prenderti cura del tuo intestino e della tua salute!

Vuoi condividere l'articolo?

2015-02-20T18:08:00+00:00

L'autore dell'articolo:

avatar
Sono Laureata in Scienze della Comunicazione, Triennale presso L’Università degli Studi di Genova, con una tesi di ricerca sulla “Cimatica: la comunicazione della Natura” Diplomata presso la Scuola Superiore di Naturopatia di Genova, Affiliata con l’Università Europea Jean Monnet: CORSO DI NATUROPATIA. Affiliata al Metodo MC, per la cura dell’intestino: un pilastro primario ed essenziale per la cura del nostro corpo. Sto seguendo un corso di specialistica in Cymatherapy, unico e primo al Mondo, per terapie vibrazionali con la cimatica ( http://www.cyma-therapyclinic.co.uk/ ) Durante il mio percorso, ho capito che solo attraverso una profonda conoscenza dei nostri meccanismi sia fisici, sia mentali ed energetici, possiamo aspirare ad una guarigione completa e duratura!